filler labbra prima e dopo

Filler alle labbra

Gli effetti del filler labbra prima e dopo il trattamento sono noti a molte persone, ma per comprenderli meglio dobbiamo considerare le modifiche che il terzo inferiore del volto subisce nel processo di invecchiamento.

Innanzitutto bisogna sapere che le labbra sono una parte essenziale nel volto femminile, nel quale l’attenzione si focalizza sulla bocca e la bellezza è valutata soprattutto in funzione delle sue giuste proporzioni. Ogni labbro è formato da una parte bianca, chiamata labbro cutaneo, e da una parte rossa che viene denominata vermiglio, piatto lateralmente e più in rilievo nella parte centrale.

Come sono fatte le labbra ideali?

Considerando la bocca nella sua totalità, il labbro superiore deve occupare un terzo dello spessore e il labbro inferiore i rimanenti due terzi, per mantenere le giuste proporzioni.
Una zona molto importante nella parte rossa del labbro è il bordo del vermiglio, cioè il margine che si trova a ridosso del labbro cutaneo. Esso conferisce definizione e risalto al labbro e si collega spesso con quelle rughe superficiali che si osservano dopo una certa età attorno alla bocca e che formano il cosiddetto “codice a barre”.
Nel labbro ideale questo bordo è più sfumato nella parte esterna vicino all’angolo della bocca, ed è più netto ed evidente nella parte centrale in corrispondenza del naso. Queste differenze vanno tenute presente quando effettuiamo un trattamento di filler alle labbra, in modo da ottenere un risultato di alta qualità.

Un’altra caratteristica delle labbra ideali è la presenza di una protuberanza situata nella parte centrale del vermiglio superiore, più o meno al di sotto del naso, mentre la parte laterale vicino agli angoli della bocca si presenta maggiormente piatta.
Anche il labbro inferiore presenta caratteristiche simili, con la differenza che si osserva un lieve solco sulla sua linea mediana che lo divide in due metà, e che bisogna preservare durante il trattamento.

Le labbra belle, tipicamente delle donne giovani, sono voluminose, ben rappresentate e definite; queste caratteristiche vanno tenute presenti perché sono un riferimento importante per il risultato che vogliamo ottenere.

Come invecchiano le labbra?

Con il passare degli anni anche le labbra subiscono dei cambiamenti legati all’età, che tendenzialmente ne riducono l’evidenza ed il risalto con un conseguente impatto negativo sulla bellezza del volto femminile.

Generalmente osserviamo una riduzione dello spessore della parte rossa, il vermiglio, che tende a risaltare via via sempre di meno. La parte cutanea del labbro, invece, diventa più lunga e sottile assumendo un aspetto meno accattivante a causa dell’atrofizzazione del tessuto adiposo che si trova sotto la pelle.
Inoltre, possono comparire delle rughe attorno alla bocca e si può assistere ad una caduta degli angoli della bocca stessa, con formazione di pieghe ai lati del mento.

In sintesi, con il passare dell’età assistiamo ad una atrofizzazione delle labbra accompagnata da una caduta dei tessuti attorno alla bocca che formano delle rughe o dei veri e propri solchi.

Cosa cambia con il filler labbra prima e dopo il trattamento?

Il filler labbra consente di valorizzare questa parte anatomica apportando definizione e volume dove sono stati persi a causa dell’invecchiamento, migliorando in questo modo anche le rughe superficiali attorno alla bocca che contribuiscono al peggioramento estetico.
Il filler si utilizza diffusamente in medicina estetica per correggere diversi inestetismi del volto; per saperne di più puoi dare un’ occhiata qui.

Questo trattamento consiste nell’effettuare piccole iniezioni di acido ialuronico all’interno delle labbra, sia nella parte cutanea che in quella rossa. Le iniezioni possono essere superficiali, ad esempio nel bordo del vermiglio quando è necessario aumentarne la definizione, oppure un po’ più profonde quando lo scopo è ripristinare la perdita di volume e di rotondità.

L’acido ialuronico è una molecola normalmente presente nei nostri tessuti sottocutanei, dove svolge una importantissima funzione di sostegno e di idratazione grazie alla sua capacità di richiamare acqua. Il filler alle labbra è un prodotto a base di acido ialuronico che è stato stabilizzato così da renderlo resistente alla degradazione da parte dell’organismo e in grado di dare sostegno volumetrico per un tempo adeguato.

Il risultato è subito visibile dopo il trattamento e diventa ottimale nei giorni successivi, quando l’acido ialuronico viene progressivamente integrato nei tessuti del viso.
Il prodotto fortunatamente non è permanente e pian piano si riassorbe grazie alla sua elevata qualità; questo rappresenta un fattore di sicurezza e consente anche di ottenere un risultato molto naturale senza che si vedano sgradevoli rigonfiamenti all’esterno delle labbra.
Infine, ricordiamo che il trattamento può essere leggermente doloroso, ma grazie all’applicazione di crema anestetica il fastidio diminuisce e l’iniezione si tollera generalmente bene.

A chi è rivolto il trattamento?

Il filler alle labbra è indicato nelle donne sopra i 40-45 anni soprattutto per la necessità di contrastare l’invecchiamento e correggere le perdite di volume. Anche le donne giovani, tuttavia, possono beneficiare del filler alle labbra per migliorare l’estetica attraverso un’azione di definizione e valorizzazione oltre che correzione di eventuali asimmetrie, il tutto con un effetto assolutamente naturale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.